Pubblicato in: Pensieri e parole

Di Siena, di attivismo e di fedeltà

Parto subito da una verità di cui prendere atto: essere attivisti del Movimento 5 stelle a Siena è un pò come essere Davide che combatte contro Golia.

Magari alla fine troveremo il punto giusto dove tirare il colpo di grazia, ma non è facile per nulla.

Siena è una città massonica, dove il potere ha saputo mettere radici ben in profondità, e lo scandalo Monte dei Paschi, con l’anessa morte del capo comunicazione David Rossi, che è “stato suicidato” fuori dalla finestra del suo ufficio ormai 4 anni fa, sono solo la punta di un iceberg a dimostrazione di quanto certi individui si sentano potenti ed intoccabili.

La gente a Siena ha paura, molti hanno trovato lavoro grazie alla politica e non trovano il coraggio di alzare la testa, cosa che se da una parte è comprensibile, dall’altra non è accettabile per nulla.

Una bellissima frase di Martin Luther King recita

Può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla.

A Siena questo concetto non viene appreso, ancora troppi delegano, della serie “Ci siete voi, no? Occupatevene e poi forse vi voto” senza rendersi conto che noi siamo cittadini tali e quali agli altri, se tutti aspettano che i problemi gli vengano risolti da un piccolo manipolo di avanguardisti non si arriverà mai a nulla.

Manca totalmente uno spirito di ribellione e di volontà di cambiamento, cosa che ovviamente al potere costituito fa ampiamente comodo. Anche le altre opposizioni ci tengono a dare l’immagine di quelli che non disturbano troppo, ti dico che le cose non vanno, ma senza alzare troppo la voce, senza fare grandi azioni pubbliche.

Spesso le critiche alle nostre iniziative vengono proprio dalle altre opposizioni oltre che dagli stessi partiti di Amministrazione, e con questo si capisce a che livelli siamo.

So perfettamente che in molti Comuni in Italia la situazione è assai simile, del resto in Italia negli ultimi decenni siamo abituati a colori ed ideali politici diversi solo a chiacchiere,  che in realtà stanno solo a spartirsi la torta come i famosi Ladri di Pisa, che durante il giorno li vedi sempre a litigare e la notte rubano insieme.

Comprensibile che un Movimento di totale rottura col passato come il 5 Stelle crei non pochi scompensi a chi fino ad oggi ha fatto il bello ed il cattivo tempo, gestendo cittadini e potere a piacimento e spesso scegliendosi anche le opposizioni, ed ogni loro diffamazione, tentativo di boicottaggio o di infiltrazione a nostro carico sono come piccole medaglie che dimostrano come la strada tracciata sia quella giusta.

Poi anche noi a Siena abbiamo i nostri “talebani”, i “fedelissimi”, il cosidetto fuoco amico che se osi muovere una critica ti accusa delle peggiori nefandezze contro il Movimento stesso, ma sono un’irrisoria minoranza che per fortuna si cerca di tenere a bada.

A mio avviso certe persone -sui social tutti le avete incontrate,ammettetelo!- vanno prese molto con le pinze, a volte spaventano anche me perché li vedo totalmente privi di spirito critico, come se avessero trovato nel Movimento una squadra da tifare, però è anche vero che si ha il consenso di milioni di persone, tra di esse si trovano anche i casi umani peggiori insieme a gente comune pacata ed intelligente e menti raffinate ed illuminate.

Fa parte del gioco e del suffragio universale. Mi offendo molto però quando sento dire che siamo tutti “grillini o grullini” (inteso come stupidi seguaci di Beppe Grillo) o un branco di analfabeti, incompetenti o ignoranti. Questi sono giudizi maleducati ed irrispettosi che vorrebbero estendere i difetti di pochi alla grande moltitudine di attivisti ed elettori del Movimento 5 Stelle, e non posso accettarlo.

Siamo persone che si sono stancate di essere suddite, e vogliono tornare a far rispettare l’articolo 1 della nostra Costituzione, che dichiara:

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.”

Non mi sembra di chiedere troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...