Pubblicato in: Pensieri e parole

La democrazia diretta

Democrazia deriva dal greco, Demos krátos, potere del popolo.

La nostra Costituzione esordisce proprio ricordando a tutti che la Sovranità appartiene al popolo.

Ma in Italia possiamo dire di essere sovrani? Abbiamo diritto di veto o di indirizzo sulle decisioni Parlamentari? No, nemmeno lontanamente. Qualcosa è andato storto, i partiti tradizionali si sono distaccati dai cittadini chiudendosi in una casta di potentati vicini solo agli interessi di grandi lobby e multinazionali, e anche di fronte ai disastri che hanno combinato non hanno voluto fare marcia indietro. In questa situazione si inserisce il Movimento 5 Stelle.

Tutto nacque dopo che a Beppe Grillo, da sempre critico nei suoi spettacoli con i politici, fu negata l’iscrizione al PD, e venne pronunciata da un loro esponente la storica frase ormai nota come La prima profezia di Fassino … sembra ieri che andai a firmare in comune per la proposta di legge popolare “Parlamento Pulito”, lanciata da Beppe in concomitanza col primo V-Day a settembre 2007… ed invece sono trascorsi già quasi 10 anni!

Sicuramente può essere considerato utopico il fatto di poter superare la democrazia rappresentativa, soprattutto in un paese come l’Italia, ma Walt Disney sostenendo che

Se puoi sognarlo, puoi farlo!

Non se l’è cavata affatto male, e come lui migliaia di altri sognatori e sognatrici di tutte le epoche.

Il principio che anima la democrazia diretta del Movimento non è quello di abolire i rappresentanti (sarebbe impensabile!), ma quello per il quale tutti dobbiamo essere informati e prendere parte attiva alle decisioni politiche del Paese, studiando i vari argomenti, attraverso il controllo dell’operato dei Portavoce -ad esempio intervendo su Rousseau nella sezione Lex per contribuire alla stesura delle leggi-, seguendo i lavori Parlamentari e Regionali attraverso le dirette etc… Abbiamo anche Lex iscritti, una sezione dove ognuno di noi può inserire delle proposte di legge che vengono passate “al vaglio” di tutti gli altri iscritti: le proposte che ottengono almeno il 20% dei voti vengono prese in carico da un Portavoce e verranno poi calendarizzate alla Camera o al Senato. Il cittadino che ha proposto la legge viene invitato in Parlamento per discuterne con il Portavoce incaricato e viene poi citato nel testo della PdL.

C’è poi la cosa più famosa, ossia il voto, che si attua sempre su Rousseau: per entrare nel merito, attualmente stiamo valutando il programma di Governo per le prossime politiche, ci sono vari esperti che collaborano con i Portavoce ed esprimono le loro idee in materia ed a noi viene richiesto di informarci e dare poi un indirizzo alle loro scelte.

Una critica che viene spesso fatta è “certo, lo dice il blog quindi voi votate come vi viene suggerito”… NO! Chi fa questa critica o è in malafede o non ha capito come funziona. Sul blog vengono proposti degli argomenti, a noi viene richiesto di approfondirli (come riteniamo più opportuno) e di arrivare a votare consapevolmente. Il fatto che ci sia chi ancora non lo fa non è una colpa di Grillo o del Movimento, è proprio il famoso limite della delega della società italiana. Vedrete che pian piano cambierà anche attraverso il ricambio generazionale, il Movimento in soli 4 anni di opposizione parlamentare è maturato tantissimo, e ancora tanto deve maturare e crescere. Essere presente nelle Istituzioni anche a livello locale permette di imparare tantissime cose, sia positive che negative, e permette anche l’implementazione di sistemi di democrazia diretta locali, che poi vanno ad influire su quelli nazionali.

Noi a Siena possiamo ritenerci fortunati, abbiamo un gruppo bellissimo dove collaboriamo molto, ma vi assicuro per esperienza diretta che si può e si deve fare molto di più.

Lo scopo ultimo sarebbe quello di passare alle votazioni telematiche,  indire referendum consultivi senza quorum e avere dei cittadini più preparati ed attenti alle vicende politiche del Paese.

Sarà un processo che richiederà tempo, bisognerà apportare a volte dei cambiamenti all’idea utopica originaria , ma pian piano, anno dopo anno vedrete che ci arriveremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...