Pubblicato in: Pensieri e parole

Panem et circenses

Quest’ultima è stata una settimana molto ricca di avvenimenti, in particolar modo due eventi hanno scatenato il chiacchericcio estivo: il megaconcerto di Vasco Rossi al Modena Park ed il rinnovo del giovane portiere Donnarumma con la squadra del Milan.

Ciò che ha scatenato le polemiche non sono stati gli eventi in sé, quanto due riflessioni a margine.

La prima è che per un concerto in Italia oltre 220.000 persone si sono organizzate, hanno speso centinaia di euro e preso le ferie a lavoro, magari arrivando a Modena anche uno o due giorni prima, mentre per protestare contro le leggi assurde del Governo si muovono poche centinaia (raramente migliaia) di persone. Ad esempio, sapete cosa sta combinando il Governo per “risolvere” il problema delle due Banche Venete? Sapete che sta tentando di esautorare il Parlamento dai suoi poteri?
Tutti gli azionisti e gli obbligazionisti, i dipendenti a rischio esubero perché non vanno a dirgli in faccia cosa pensano?
Con il Monte dei Paschi è stato uguale, qui a Siena sembrano tutti morti, a protestare in piazza eravamo l’ultima volta una dozzina di persone. Poi se leggi i social tutti leoni. Da tastiera, però.
Ci si muove in branco solo per concerti o fare la fila per l’ultimo costosissimo oggetto tecnologico inutile, mentre magari stiamo ancora pagando le rate del modello precedente.

A me piacciono da morire i concerti, le sagre e le feste, ma questo non mi impedisce di interessarmi anche a cose più serie ed utili per la collettività, mi piacerebbe vedere un pò di amor proprio generalizzato nei miei compaesani. Se l’Italia va male, è proprio grazie al nostro lassismo ed al disinteresse per le cose serie, quindi poi è inutile offendersi se ce lo fanno notare o gli stranieri ci prendono in giro, perché hanno pienamente ragione.

Protesta di febbraio a Bucarest contro una legge “salvacorrotti”

E con questo ci riallacciamo a Donnarumma, che dopo aver fatto mettere in moto tutta la macchina amministrativa e burocratica per poter dare l’esame di maturità da privatista un anno in anticipo, all’ultimo, dopo aver ottenuto un rinnovo di contratto da 6 milioni di euro, non si è presentato all’esame perché è andato a fare le vacanze ad Ibiza.
Non poteva aspettare tre giorni, mi immagino il suo spirito di sacrificio nelle altre attività che svolge ogni giorno. Coglioni gli altri che oltre a studiare hanno dato pure l’esame prima di farsi le meritate vacanze (magari proprio ad Ibiza)? No, se questo deve essere un esempio per i suoi coetanei, e mi auguro che non lo sia minimamente, è facile capire perché in Italia stiamo ridotti così.
Se riesco ad intercettare qualche maturando milanista che manda in culo Donnarumma ed i suoi milioni,considerandolo un miracolato, questo Paese ha ancora speranza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...